Alcune dislalie nel linguaggio del bambino

www.riabilitazionelogopedia.it

www.riabilitazionelogopedia.it

Le dislalie più comuni

La comparsa delle parole nel bambino si ha via via nei primi anni di vita. A 2-3 anni il bambino ha acquisito un certo numero di parole ed ha un linguaggio sufficiente per farsi capire dall’adulto tuttavia ci può essere un’errata pronuncia di alcuni fonemi (lettere) che compongono le parole. I più frequenti ad essere segnalati sono: la r  la s e la z. Precisamente si dice che il bambino è affetto rispettivamente da rotacismo, sigmatismo e zetacismo o, in un sola parola, da dislalia. Tali dislalie alterano l’intelligibilità della parola pronunciata dal bimbo che tuttavia ha una intelligenza nella normalità ed un linguaggio ben strutturato.

Accenniamo brevemente alle cause delle dislalie sopra dette:

–    Il rotacismo è dovuto ad una mancata motilità della punta della lingua

–    Il sigmatismo e lo zetacismo dipendono da una non corretta impostazione degli organi fonatori (lingua, palato, denti, apparato buccale) ad essi adibiti.

Ma non c’è da preoccuparsi, la risoluzione di tali dislalie prevede un trattamento del logopedista relativamente breve. Adeguati esercizi fatti eseguire al bambino dall’abilità del logopedista sotto forma ludica porteranno alla pronuncia corretta dei fonemi senza stressare il piccolo. Dopo il trattamento anche il bimbo sarà felice di poter esprimere il suo pensiero con un linguaggio più comprensibile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>