Percentili

Nel primo anno di vita, il dato più rappresentativo per tenere sotto controllo la crescita di un bimbo è quello del peso, mentre successivamente diventa più importante seguire le variazioni dell’altezza. Per essere pratici, dopo il calo ponderale neonatale (che si può considerare fisiologico se si mantiene entro il 10% del peso alla nascita) il bambino che sta bene comincia a crescere di circa 200 grammi alla settimana per i primi 3 mesi.Il “peso e l’altezza” dei bambini possono essere confrontati con curve di riferimento chiamate Tanner-Whitehouse.Queste curve identificano delle linee (percentili) che definiscono il range considerato normale e accettabile a seconda dell’età.

Si immagini di prendere 1000 bambini della stessa età e di metterli in fila, in ordine di peso e statura, per gruppi di 10. Ciascun gruppo costituisce un centile, cioè una fascia che comprende valori normali di crescita suddivisi in medi, minimi e massimi.
Le tabelle a cui il pediatra si riferisce per controllare l’accrescimento del bambino considerano di solito 7 percentili (dal 5° al 95° oppure dal 3° al 97°) che raggruppano le fasce di crescita più ampie.

Se un maschietto èal 5° percentile per l’altezza significa che, su 100 bambini della sua età, 5 sono alti quanto lui e 95 sono più alti di lui.
Se invece una bimba si trova al 50° percentile di peso vuol dire che la sua crescita ponderale è nella media: infatti 50 bambine pesano meno di lei e 50 più di lei. Il 50° percentile, quindi, rappresenta la fascia in cui è distribuita la maggior parte dei soggetti.
Man mano che si si allontana dal 50° percentile, passando al 75° e al 25° percentile e poi al 90° e al 10°, si riduc eil numero dei bambini.

Tutti i valori sono da ritenere comunque nella norma, salvo quelli estremi, rappresentati dal 3° o dal 5° percentile da un lato e dal 95° o 97° dall’altro.

Si riportano di seguito alcuni sito  dove potere effettuare i calcoli per stabilire il valore corrispondente a vostro bimbo che abbiamo trovato utile anche per i nostri figli. Potete anche utilizzare il foglio excel sotto riportato e tratto da mammadomani.

http://www.dica33.it/servizi/percentili-di-crescita/percentili-crescita.asp

http://www.medicitalia.it/salute/calcolo-percentili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.