Memorie di un parto cantato

Partorire oggi sembra quasi scontato si faccia in ospedale. Semmai, per essere un po’ più “sofisticati” si decide di partorire in clinica o se si vuole essere “originali” si sceglie il parto in acqua! Ma tutte le scelte che oggi vengono fatte implicano una spersonalizzazione del parto che lo fa’ sembrare una cosa che non ci appartiene più, un qualcosa che avviene quasi alla nostra insaputa. Partorire, ai giorni nostri, è diventato un atto che coinvolge una serie di figure (ginecologo, ostetrico, anestesista ecc.) che ci portano via qualcosa di nostro, quel qualcosa che abbiamo tenuto con noi per circa 9 mesi. Con questa globalizzazione del parto è sparita quella magia che aleggiava sulle partorienti per le quali il parto era l’ultimo atto di quel periodo incantato che le accompagnava per i nove mesi precedenti. Un tempo partorire significava dare vita; non che non lo sia altrettanto ma oggi è tutto così “asettico” da fare sparire il vero senso del dare la vita. Leggendo il libro che oggi vi proponiamo “Memorie di un parto cantatosi riscopre una dimensione scomparsa del parto. Un modo di rapportarsi con il nuovo nato che sembra volere caratterizzare il resto della sua vita: il canto. Sembrerebbe assurdo pensare di cantare durante il parto anche perché molte penseranno “come si può in quel momento con le doglie e i dolori che sto provando mettersi a cantare”, ma in fondo cantare è un ottimo metodo per riuscire a rilassarsi oltre ad essere un ottimo regolatore del nostro respiro. L’autrice, poi, è una vera esperta della materia visto che lei stessa lo ha provato in prima persona. Il libro, infatti, è una autobiografia della scrittrice Elena Skoko, nel quale descrive l’esperienza del suo primo parto eseguito con questa tecnica appresa da una ostetrica filippino-americana Ibu Robin Lim che la ha aiutata nel suo cammino verso la nascita della piccola Koko. Libro piacevole che ci riporta in una dimensione interiore e spirituale del parto inteso come procreazione. Un testo facile da leggere che vi appassionerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.