Frutta secca in gravidanza

Foto di cucina.doki.it

Foto di cucina.doki.it

Di Scalia Elisabetta – Il dispendio energetico per la donna durante la gravidanza è leggermente superiore alla norma data l’elevata e rapida crescita del bambino nel pancione. Per raggiungere la giusta quantità di nutrienti è necessario quindi che la futura mamma aumentai  leggermente la quantità di cibo assunto (in media  200 Kcal al giorno). Una ghiotta alternativa è data dalla frutta secca, scelta salutare che regala un pieno di energia, vitamine e minerali.
Digeribile e facilmente assimilabile  la frutta secca consumata in gravidanza non è affatto controindicata, assicura al contrario notevoli benefici per la mamma ed il nascituro. Senza eccessi, il consumo di noci, mandorle ecc.  garantiscono una buona dose di tutti i gruppi di nutrienti, proteine, carboidrati e grassi, questi ultimi quasi esclusivamente mono e polinsaturi, quindi buoni per le nostre arterie.

Fonte inoltre di tutti quegli oligoelementi , vitamine e minerali, spesso carenti nella nostra alimentazione, contengono vitamine del gruppo B (fra le quali acido folico ), vitamina E, ferro, magnesio, utile contro i crampi , potassio, rame, fosforo e laetrile (nelle mandorle) una sostanza con proprietà antitumorali. A causa dell’elevato contenuto calorico però  è indispensabile non esagerare mangiando due- tre piccole porzioni a settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.