Cura del cordone ombelicale

Di Elisabetta Scalia – La cura del cordone ombelicale deve essere effettuata quotidianamente per permettere la corretta mummificazione del moncherino. Quando vi ritroverete fra le mani il vostro piccolo con il cordone ombelicale ancora attaccato non fatevi prendere dal panico e procedete come segue:- imbevete una garzina sterile con dell’alcol etilico e passatela intorno al cordone-con una seconda garza coprite il moncherino per non far appoggiare direttamente sul pancino la molletta che chiuderà l’estremità del cordone

– passate una reticella intorno alla vita per non far muovere il cordone.

Ricordate che il cordone non è innervato quindi se il piccolo piange durante questa operazione sarà per il freddo dell’alcol e non per il dolore.

Quando il cordone sarà caduto assicuratevi che non vi siano perdite di sangue e pulite l’ombelico con un cotton fioc imbevuto con dell’alcol o dell’acqua ossigenata quindi asciugate con una garzina e cospargete con della polvere cicatrizzante tipo Cicatrene. Proteggete la parte con garzina e reticella.

Nel caso in cui compaia sangue o pus sarà necessario consultare il pediatra che probabilmente vi prescriverà un antibiotico per evitare infezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.